L’Università Americana

L’Università Americana

Quando la James Madison University, prestigiosa università di Harrisonburg in Virginia, firmò nel 2006 col Pio Istituto de’ Bardi un contratto di affitto del Palazzo Capponi, che doveva ancora essere restaurato, era sua intenzione proseguire un impegno culturale con la città di Firenze iniziato vent’anni prima, quando aveva preso il via il primo programma di studi dell’Università americana in città.


Al livello undergraduate in discipline quali lingua italiana, Storia dell’Arte, Storia dell’Architettura, Scienze Politiche, “Divina Commedia”, ovvero il retaggio culturale fiorentino, si è aggiunto, alla ripresa degli studi nella nuova sede nel 2007, un livello graduate per un Masters in studi sulle politiche dell’Unione Europea, unico programma del genere di una università americana in Europa, in uno dei luoghi storicamente più alti dell’Umanesimo europeo, Santo Spirito, cuore della tradizione agostiniana a Firenze.
Non a caso questa città è sede dell’unica facoltà dell’Unione Europea, l’Istituto Universitario Europeo, creato nel 1972 per promuovere corsi accademici avanzati; la sua biblioteca è anche il deposito ufficiale dei documenti dell’Unione Europea.

Con questo Istituto la James Madison ha stipulato una convenzione, che permette tra l’altro ai suoi studenti l’accesso alla sua prestigiosa biblioteca; inoltre i professori dell’università europea tengono corsi in quella americana. Sono stretti anche i rapporti con l’Università degli Studi di Firenze, che, con quelle di Bologna e di Siena, offre alla consorella americana altri docenti. I corsi hanno lo scopo di approfondire la conoscenza della politica dell’Unione Europea come sistema integrato di governi, il cui ruolo nella politica e nell’economia internazionali si è incrementato nel tempo; questo sviluppo è inserito nel quadro della sempre più stretta collaborazione tra gli Stati Uniti d’America e l’Europea, in modo da offrire agli studenti della James Madison gli strumenti che permettano loro di divenirne effettivi protagonisti.

L’approdo della James Madison in Via dei Michelozzi ha segnato un importante passo per la riqualificazione del quartiere di Santo Spirito, rafforzandone la vocazione internazionale, attestata dalle numerose lapidi che vi ricordano la presenza di romanzieri, poeti, musicisti, pittori, etc. confluitivi da ogni parte del mondo, e facendone non solo un luogo ove studiare, ma anche un’occasione per condividere la storia, la cultura e la bellezza di Firenze. Gli studenti, infatti, vivendo e studiando in Palazzo Capponi hanno fatto del quartiere di Santo Spirito la loro casa, unendosi all’Associazione di Via Maggio per contribuire a tutte le iniziative volte a mantenerne il più intatta possibile l’identità culturale ed artigiana, che ne fa un luogo di particolare fascino, e trovando quindi un piano d’azione comune con quello del coinquilino Istituto de’ Bardi. Inoltre l’Università americana ha firmato col Comune di Firenze un protocollo d’intesa per l’elaborazione di progetti in ambito culturale nel quadro del piano strategico della città.

Il 22/06/2012, trascorsi ormai cinque anni da quando l’Università della Virginia iniziato i corsi nel Palazzo Capponi, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, alla presenza di autorità locali e prestigiosi rappresentanti dell’Unione Europea nonché dei vertici della James Madison, si è tenuta la cerimonia di consegna dei diplomi ai primi laureati del Master. In tale occasione, a sottolineare il legame tra l’istituzione americana e il quartiere di Santo Spirito, è stato donato agli intervenuti un libro sulla la storia del Palazzo Capponi e del Pio Istituto dei Bardi, inserita nel quadro più ampio della storia della città di Firenze.